Italiano Español Nederlands Français
Home arrow Africa ▸ arrow Notizie dall'Africa arrow Il ritorno di Silvia
Advertisement
Stampa Segnala a un amico





   IL RITORNO DI SILVIA

 

 

La Comunità Redemptor hominis ha deciso di rimpatriare le spoglie di Silvia Recchi in Africa, più precisamente a Mbalmayo, in Camerun, dove Silvia ha vissuto e lavorato come missionaria per oltre vent'anni.

Silvia è deceduta il 24 gennaio 2017 in Belgio, dove si era recata per dei controlli medici: era malata di cancro, in effetti. Ed è in quel Paese che è stata inumata.

La decisione di rimpatriare in Camerun le sue spoglie è stata accolta con gioia da tutti coloro che l'avevano sperato, a diversi livelli: dai Vescovi sino ai fedeli della nostra parrocchia di Obeck.

Alcuni fedeli, fieri e commossi, hanno commentato: "È nostra figlia, ci viene restituita... Potremo farle visita per pregare ogni volta che lo desidereremo". Coscienti del fatto che questo ritorno è anche segno di un rinnovamento della nostra alleanza di amore all'Africa, ci hanno abbracciato con gratitudine: "Per noi è una vera Grazia"...

Il popolo di Dio potrà finalmente elaborare il suo lutto, con quella semplicità dovuta ad una consacrata, ma con quell'onore rituale che l'Africa offre ai "grandi" delle sue tradizioni culturali.

Della richiesta del ritorno delle spoglie di Silvia si era fatto portavoce Mons. Joseph-Marie Ndi-Okalla, allora Vescovo nominato di Mbalmayo, oltre che Vicerettore dell'Université Catholique d'Afrique Centrale di Yaoundé, dove Silvia aveva lavorato come Direttrice e professoressa al Dipartimento di Diritto Canonico.

Diverse volte Mons. Ndi-Okalla aveva fatto visita a Silvia in Belgio nel corso della malattia e, alla vigilia della sua consacrazione episcopale, ne aveva presieduto le esequie. Nei giorni seguenti, aveva chiesto solennemente il ritorno del corpo di Silvia a nome della Conferenza Episcopale Camerunese e del Nunzio Apostolico di allora, Mons. Piero Pioppo.

La stessa richiesta era stata nuovamente presentata dalle stesse istanze al nostro Responsabile Generale, Michele Chiappo, in visita in Camerun, nell'ottobre scorso.

Mons. Joseph-Marie Ndi-Okalla aveva affidato questo desiderio anche alla preghiera dei fedeli della parrocchia di Obeck, i quali l'hanno ben custodito e in occasione del primo anniversario della morte di Silvia hanno presentato delle ferventi preghiere al Signore

Pur conoscendo l'infaticabile lavoro di Silvia a diversi livelli in parrocchia e all'Università Cattolica, come professoressa; come consultrice canonica dell'Assemblea delle Conferenze Episcopali d'Africa Centrale; esperta della vita religiosa; autrice di numerose pubblicazioni ed animatrice di sessioni di formazione... – siamo rimasti sorpresi dalla profondità dell'amicizia espressa da tutti coloro che, in un modo o in un altro, avevano ricevuto l'aiuto di Silvia, dalla stima profonda dei suoi colleghi, dai numerosi segni di riconoscenza che Silvia nella sua semplicità non aveva mai ostentato... È così che ci siamo resi conto che Silvia era certo nostra sorella, ma allo stesso tempo apparteneva profondamente a questa Chiesa che ora, mostrandole profonda gratitudine ed affetto, la reclamava[1].

Sul piano accademico, il Dipartimento di Diritto Canonico ha continuato a far memoria di Silvia, portando avanti le iniziative di formazione dei religiosi da lei create e approfondendo la riflessione scientifica. Prossimamente è previsto un Convegno e una pubblicazione le sarà dedicata.

Dopo un tempo di discernimento, di fronte alla profondità religiosa che tale richiesta manifestava a un livello non solo sentimentale, ma nella continuità del comune impegno ecclesiale, la Comunità ha dunque deciso di effettuare questo rimpatrio.

Sarà un evento ecclesiale e pastorale che coinvolgerà la diocesi di Mbalmayo che ha previsto una Messa pontificale solenne; la Conferenza Episcopale Camerunese; la parrocchia di Obeck; l'Université Catholique d'Afrique Centrale; i Superiori Maggiori e i semplici religiosi del Camerun invitati per un giorno di preghiera e di memoria. Pubblichiamo di seguito la lettera di Mons. Joseph-Marie Ndi-Okalla indirizzata a queste diverse istanze, lettera che dà la misura e il significato di questo avvenimento.

Silvia sarà inumata e riposerà, in attesa della Resurrezione finale, nel giardino della grotta mariana "Marie Mère de l'espérance", del nostro Centro di Mbalmayo, visitata spesso dai gruppi della parrocchia.

Silvia ritorna con noi in terra di missione e, nella comunione dei santi, continuerà insieme a noi a presentare la speranza evangelica di questo popolo fedele, della diocesi di Mbalmayo e della Chiesa in Camerun.

Antonietta Cipollini



[1] Cfr. Omaggio a Silvia. Dossier. A cura di A. Cipollini, in "Missione Redemptor hominis" n. 120 (2017) I-IV.



Diocèse de Mbalmayo 

Mbalmayo, le 25 mai 2018





B.P. 320 Mbalmayo (Cameroun)
     Tél. : (+237) 677 729 609
    E-mail : Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

       L'ÉVÊQUE
N/Réf. Let. JOE/027/05/2018/JE
                                     
                                                   Éminence,

                                                   Excellences, NN.SS. les Archevêques et Évêques
                                                   du Cameroun,

                                                   Mgr le Grand Chancelier de l'UCAC,
                                                   chers Confrères de la CEPY -,


                                                   Prêtres, Religieux, Religieuses, et
                                                   chers Fidèles Laïcs -,



Paix à vous tous, toutes grâces et toutes Bénédictions de la part de Dieu notre Père, de Jésus-Christ Notre Maître et Seigneur, dans la force de l'Esprit Saint !  

1-     Par ce Message, le Diocèse de Mbalmayo vous informe du retour au Cameroun, à Mbalmayo, des restes (le corps) de notre bien aimée et si regrettée Sr Silvia RECCHI, RH, dont j'avais célébré les Funérailles il y a un peu plus d'un an au lieu de son décès, dans l'actuel Diocèse de Hasselt / Belgique.

2-     En rendant grâce à Dieu pour ce « retour » souhaité de cette grande Missionnaire sur terre camerounaise, si engagée dans divers registres de notre vie ecclésiale (Université Catholique - UCAC, Conférence Épiscopale Nationale, Union des Supérieurs Majeurs, Formation ecclésiale - Quinzaine, Paroisse), notre Diocèse voudrait redire, toute sa pleine gratitude à la Communauté Redemptor Hominis (à tous ses membres, aux Pères Michele CHIAPPO et Emilio GRASSO, aux membres de la Communauté  RH de Mbalmayo, à ceux de Belgique, qui ont accompagné Sr Silvia dans son cheminement pascal vers la Résurrection bienheureuse), qui a décidé de rendre possible et d'assumer intégralement le retour de ses restes à Mbalmayo.

3-     Nous n'avons pas de demeure définitive sur la terre et nous cheminons tous et toutes, en foi, espérance et charité, vers l'ultime demeure et vers la Béatitude de notre Créateur et Sauveur ! Toute décision ou toute orientation au sujet de ce retour des restes de Sr Silvia, voudrait, humblement, faire signe, donner signe, offrir un « parcours de reconnaissance », destiné à célébrer et à promouvoir l'Évangélisation et la mission rédemptrice dans une solidarité inter-ecclésiale et restituer des traits d'union dans la dynamique de l'Église universelle.

4-     Programme :
(1)   Vendredi 1er juin 2018, Aéroport de Yaoundé-Nsimalen : Arrivée du corps de Sr Silvia RECCHI, RH. Professeure Émérite de l'UCAC et Experte Pontificale, et auprès de la CENC, de l'Union des Supérieurs Majeurs, catéchiste à la Paroisse Bienheureuse Anwuarite d'Obeck (Mbalmayo) confiée à Redemptor Hominis -
· 20h00 : Liturgie d'accueil du corps de Sr Silvia suivie de

   l'acheminement au Campus de l'UCAC de Nkolbisson.

·  22h00 : Messe de la veillée à l'UCAC.


(2)   Samedi 2 juin 2018 à la Chapelle de l'UCAC / Nkolbisson

·   06h30 : Messe.

·  11h00 : Messe (Union des Supérieurs Majeurs) suivie

    du transfert du corps à Mbalmayo dans l'après-midi à la

    Communauté Redemptor Hominis de Mbockulu.

(3)   Dimanche 3 juin 2018 :
· 17h30 : Départ du Convoi vers la Paroisse Bienheureuse

  Anwuarite d'Obeck (Mbalmayo) confiée à la Communauté

   Redemptor Hominis : Messe à 20h00 suivie de la veillée

   jusqu'à l'aube.


(4)   Lundi 4 juin 2018 (Paroisse d'Obeck) :

·    08h00 : Prière de Laudes.

·   09h00 : Convoi pour la Cathédrale Notre-Dame du
          Rosaire
.


·    10h00 : Messe Pontificale de Requiem.

·    12h00 : Convoi vers le lieu d'inhumation (Communauté

                 Redemptor Hominis -)

                (Partage fraternel avec les Délégations CENC,

                UCAC, Supérieurs Majeurs, Paroisse, Officiels).

 
† Joseph-Marie NDI-OKALLA
Évêque du Diocèse de Mbalmayo

 

01/06/2018

 
Sito della Comunità missionaria Redemptor hominis